Hai incontrato il mio compagno di vita, ansia di basso grado?

Hai incontrato il mio compagno di vita, ansia di basso grado?

contenuto-corpo-standard'>

Inizia con le mie mani. Non è tanto dolore quanto crampi artritici alle articolazioni—qualcosa che il mio anno di specializzazione in psicologia mi dice che è un sintomo psicosomatico di un problema più grande e incombente che mi dà fastidio. Faccio rapidamente l'inventario di ciò che riserva la giornata: la modifica di una storia su una celebrità che lancia il suo sito di lifestyle ( No, è un gioco da ragazzi, Penso); beve con due amici del college ( Non può essere quello. Bere aiuta, mi assicuro); intervista telefonica con un'icona degli anni '90 sul suo stile ( Potrebbe essere? Forse, in realtà. I telefonisti mi irritano sempre un po'. ) È un esercizio che conosco troppo bene: identificare la fonte della mia ansia.

Ma, a che fine? Per espellerlo? Difficilmente.

Per me, uno stato senza ansia si ottiene solo attraverso un esercizio rigoroso, metà di una pillola da 0,5 milligrammi di Clonazepam (la versione generica del popolare Benzodiazepine Klonopin) o un'intera bottiglia di sauvignon blanc. E sfortunatamente, non mi alleno da giorni, ho ingoiato frettolosamente l'ultima scheggia di una piccola pillola gialla la scorsa settimana mentre ho avuto un attacco bizzarro interno su un treno Amtrak in stallo, e, per la maggior parte, cerco di evitare di bere il bullpen.



Imparentato:È uno stronzo o solo ansioso? Come si stressano anche gli uomini

Fletto le mani, sperando che smettano di scricchiolare durante il noioso compito da svolgere - rinumerare un elenco - e mi costringo a respirare. Attraverso il naso, io istruisco. Fuori dalla bocca .

L'ansia non è sempre stata, per citare quelle esasperanti pubblicità di Cotton, il tessuto della mia vita. Ho notato per la prima volta l'irrigidimento del mio petto, i pensieri in corsa e il tenue senso di paura che aggiungeva una consapevolezza inquieta a tutto ciò che mi circondava mentre studiavo all'estero a Buenos Aires come junior al college. La prima volta che ho provato la sensazione acuta, ero seduto nell'ultimo box di un buio computer café, tentando di scrivere un'e-mail al mio ex ragazzo, che, giorni prima della mia partenza per il Sud America, ha hackerato il mio Gmail e ho scoperto che avevo imbrogliato. Le mie mani, prendendo sulla tastiera il loro solito arco addestrato al pianoforte, iniziarono a obiettare. Tipo , li ho voluti, ma hanno pestato e nitrito al comando. Fu allora che mi accorsi che non respiravo.

Negli ultimi nove anni, l'intensità della condizione è diminuita e diminuita. Ho visto terapeuti sulla sua origine, ho chiesto trasparenza alla mia famiglia sulle loro esperienze con ansia e depressione e ho provato una varietà di farmaci che vanno dal suddetto farmaco gateway, Clonazepam, una bella sostanza calmante che Lena Dunham ha ammesso di portare in giro su di lei in ogni momento 'per ogni evenienza' - a Cymbalta, un farmaco che ha fatto scoppiare il mio intero cuoio capelluto in alveari carnosi. Nonostante mi senta un po' una cavia, secondo me la mia ansia non è mai diventata debilitante. Come problemi di vista, asma o un'allergia scomoda (ma non pericolosa per la vita), è qualcosa di cui devo essere consapevole ogni giorno.

Esercizio, Idoneità fisica, A piedi nudi, Seduta, Tappetino yoga, Yoga, Pantaloni attivi, Piede, Coscia, Tappetino, Laurie Bartley

E, forse, è il suo status di basso livello che mi ha permesso di sgattaiolare sotto il recinto della terapia. Ci ho provato, davvero, ma mi ritrovo sempre a trattenere le cose dal mio strizzacervelli. Anche se cerco l'onestà a tutti gli effetti, non sono mai rimasto con un medico abbastanza a lungo da fidarmi di lei. Potrei entrare nei problemi che sono sempre costretto ad esaminare: trasferirmi a Los Angeles in giovane età; tornare a Washington subito prima della scuola media; esperienze con ragazze cattive incuranti e cattivi ragazzi ancora più disattenti; i miei genitori, ma quelle conversazioni tendono ad esacerbare i miei sintomi senza molta risoluzione. Alla fine fa freddo, all'improvviso lo studio del dottore sembra terribilmente lontano e non ho più voglia di parlare. Quindi ho smesso. Per come la vedo io, le persone devono affrontare tutti i tipi di problemi di salute aggravanti e pericolosi per la qualità della vita. Se la mia croce da portare è un'iperconsapevolezza che mi trattiene dal superlativo della 'ragazza più fredda di tutti i tempi', posso farcela.

Imparentato: Mescolare in pentola: usare la marijuana per frenare l'ansia

Per la maggior parte, la mia ansia mi fa solo pensare troppo. Questo sintomo può essere una risorsa per la mia carriera di scrittore, ma, se lo permetto, può devastare la mia vita personale. La mia ansia mi fa rimuginare e masticare le cose che ho detto e fatto durante il giorno. A volte, mentre aspetto che il sonno mi travolga, guardo con stupore mentre il mio cervello gira in mille e vertiginose direzioni sul modo in cui ho pasticciato in un'interazione sociale. Al mattino, raramente, se mai, sento la stessa intensità per quanto riguarda il momento pesantemente sezionato.

Ho anche scoperto che il mio particolare tipo di ansia ha permutazioni curiose e imbarazzanti. Ad esempio, se bevo troppo caffè, inizio a balbettare e farfugliare le parole. Se ho una tremenda sbornia, la mia ansia si manifesta in uno stato maniacale (molto fugace) che mi spinge a fare acquisti veloci su Internet, a intavolare conversazioni con i baristi di Starbucks o a compensare eccessivamente quello che percepisco essere un comportamento immaturo vestirsi come un adulto dei cartoni animati. (Caso in questione: la domenica è nato il mio primo nipote, mi sono presentato all'ospedale indossando un avorio, Istinto primitivo -esque guaina a collo alto.)

E questa è un'altra cosa che ho imparato sulla mia ansia: è temporale. Se scegli di conviverci, come ho fatto io, il controllo degli impulsi è fondamentale. 'Mi dispiace, mi sentivo particolarmente ansioso' non è un'ottima scusa per pestare i piedi mentre si è in fila da H&M. Né lo è: 'Non ho inviato quell'e-mail, capisci, capo, perché l'atto di doverla comporre mi ha fatto bloccare le dita in artigli da gargoyle'. Valutare la mia ansia è diventato parte della mia giornata tanto quanto scegliere l'insalata di cavolo riccio sui bastoncini di pollo in mensa, placare i miei ciuffi ribelle nello specchio del bagno o avvisare mio marito di un Rhodesian Ridgeback particolarmente carino @dogsontables Instagram.

E, per me, il primo passo per vivere con l'ansia implica fare l'inventario: Ok, sì, Justine, mi dico. Questa è l'ansia che parla . È il 'cosa c'è dopo' su cui sono meno chiaro.

Imparentato: Sono diventato dipendente dall'essere 'Celebrity Thin'

Messaggi Popolari